mercoledì 15 maggio 2013

Stanchezza: tra le cause la mancanza di ferro

E' capitato di certo a tutti di sentirsi stanchi, spossati, quasi senza forze e si tratta di uno stato psicofisico che può avere molteplici origini e svariate cause. Una di queste, ad esempio, è la carenza di ferro.
Definita anche anemia sideropenica, la mancanza di ferro nel nostro organismo dà luogo ad una scarsa ed insufficiente ossigenazione dei tessuti che in questo modo si indeboliscono precocemente dando origine a quel generale senso di stanchezza.

Scoprire se alla base della stanchezza c'è proprio una mancanza di ferro è possibile grazie a delle semplicissime analisi cliniche prescritte dal medico di base ma ci sono anche alcuni sintomi che potrebbero essere validi campanellini d'allarme. Tra questi senz'altro vanno ricordate le palpitazioni, l'insonnia, l'irritabilità, il pallore, la scarsa capacità di concentrazione.
Una volta eseguiti tutti gli accertamenti del caso e scoperto che la causa della nostra stanchezza è dovuta proprio alla carenza di ferro ecco che una alimentazione mirata può aiutare a riequilibrare questa carenza apportando seppur piccole quantità di ferro nel nostro organismo. La carne, i legumi, il pesce e gli ortaggi sono dei veri e propri alleati in tal senso. Ma a volte non sono sufficienti. Il medico di fiducia potrà dunque ritenere opportuno consigliare l'assunzione di integratori alimentari a base di ferro e dopo un periodo di regolare e mirato regime alimentare, il nostro fisico potrà beneficiarne appieno contando su un rinnovato slancio di benessere.
Fonte: link

-->

(Foto di Dave77459 - Flickr)

Nessun commento:

Posta un commento