lunedì 15 ottobre 2012

Frittata di patate senza frittura: delizia light

Forse non tutti sanno che per concedersi una golosa e nutriente frittata non è necessariamente indispensabile ricorrere alla frittura.
Come?
Ci sono infatti almeno altri due modi validissimi per cucinare frittate di ogni tipo senza il bisogno di immergere gli ingredienti scelti in olio bollente. 
Personalmente ho avuto modo di testarli entrambi e ho già eletto quello che a mio gusto risulta più simile al risultato finale di una frittata tradizionale.

Di frittate ne esistono di infiniti tipi, ci si può davvero sbizzarrire e, una volta scelti gli ingredienti che fanno al caso nostro, uno dei modi per ottenere una frittata light è quello di ricorrere al forno. Basterà infatti seguire il normale procedimento che avremmo utilizzato se avessimo scelto di ricorrere alla frittura, con la differenza che il preparato ottenuto in questo caso andrebbe adagiato all'interno di una teglia e infornato fino a cottura ultimata.
Nonostante però questo sia senza dubbio alcuno un ottimo metodo per realizzare una frittata light devo ammettere che il sapore delle uova sbattute ed infornate è leggermente diverso da quello ottenuto con la classica cottura fritta.
Il secondo procedimento per cucinare una frittata senza ricorrere alla frittura è anche il mio preferito e consiste semplicemente nel disporre tutti gli ingredienti scelti all'interno di una teglia perfettamente antiaderente nella quale non sarà necessario versare neanche una sola goccia di olio. Una volta aggiunte le uova precedentemente sbattute, si potrà poi procedere alla cottura come per una normale frittata. Il sapore della frittata così ottenuta è incredibilmente simile a quello tradizionale con la fondamentale differenza che in questo caso non abbiamo fatto ricorso ad alcuna frittura.
Una delle mie ricette preferite realizzate in padella con questo secondo metodo è quella della classica e nutriente frittata di patate. A seguire ecco gli ingredienti che generalmente utilizzo.

Ingredienti
4 patate grosse
3 uova
una cipolla
prezzemolo
sale
pepe nero

Procedimento
Una volta aver sbucciato e lavato le patate, tagliarle in modo sottile nel senso della larghezza o a dadini e sbollentarle con un pizzico di sale, pepe nero e cipolla. Io in genere le cucino nel microonde per una ventina di minuti.
Una volta cotte, le patate potranno essere adagiate in una teglia antiaderente. 
Sbattere tre uova, versare sulle patate e mescolare. Sminuzzare del prezzemolo e accendere finalmente il fuoco.
I tempi di cottura sono molto rapidi, poco più di un paio di minuti per ognuna delle facce. A doratura ideale e cottura ultimata spegnere il fuoco e disporre la nostra frittata light in un bel piatto da portata. 
Servire tiepida o a temperatura ambiente magari con un contorno di insalata verde.
-->
(Foto di Angelo Selvini - Flickr)

5 commenti:

  1. Io passo un pennellino intinto nell'olio sul fondo... al forno non mi soddisfa, effettivamente il sapore è troppo diverso e nelle antiaderenti... mi si attacca lo stesso :-(

    RispondiElimina
  2. @Laura: Ma se alla fine riesci a risolvere con una sola spennellatina di olio penso vada più che bene lo stesso. C'è chi pensa che la frittata debba galleggiare nell'olio per essere buona...
    @Duran63: Benvenuto nel mio blog! :)

    RispondiElimina
  3. ogni tanto la faccio anche io...molto buona!

    RispondiElimina
  4. Come darti torto? E' semplicemente deliziosa!

    RispondiElimina