lunedì 17 settembre 2012

Colori: ecco come influenzano la nostra vita

Le nostre preferenze, le nostre vite sessuali, il nostro umore e le nostre scelte secondo diversi studi di settore sarebbero in gran parte influenzati dai colori di cui siamo soliti circondarci.
Ogni specifico colore infatti sembra proprio lasciare un segno nella nostra mente fino addirittura a condizionare le nostre scelte
Ecco a seguire alcune interessanti indicazioni suggerite dagli studiosi in base ai risultati ottenuti da una serie di sondaggi.

Blu
A quanto pare, se si sta cercando di perdere peso, il blu è colore adatto per dipingere le pareti delle nostre cucine. Uno studio infatti ha rivelato che chi è solito consumare i pasti in una stanza di blu vestita è portato ad ingerire un terzo in meno di calorie rispetto a chi pranza in una stanza dipinta di giallo o di rosso.
Il blu dunque come riduttore di appetito in quanto la maggior parte delle persone tende a scartare la consumazione di cibi caratterizzati da questa particolare tinta perché inconsciamente collegata a pietanze velenose.
Rosa
I ricercatori trovano che questo colore abbia delle proprietà calmanti sul nostro corpo con la capacità anche di ridurre la forza muscolare.
Già negli anni Settanta, il Direttore dell'Istituto Americano per la Ricerca Medica e Biosociale a Washington, tale Alexander Schauss, aveva scoperto quanto il rosa riuscisse a smorzare la rabbia e placare gli istinti aggressivi, tanto che in molte prigioni statunitense questo è il colore utilizzato per dipingere gli ambienti nel tentativo di mantenere calmi gli animi dei detenuti.
Strategicamente inoltre, per spingere uomini e donne a partecipare attivamente a sondaggi e questionari, si divenne soliti proporre gli studi su carta rosa.
Rosso
Da sempre associato all'amore, il rosso sembra attrarre le menti di uomini e donne indistintamente in direzione della passione e del fascino del potere. Si tratta di una tinta che rimanda all'eccitazione e al gusto degli incontri amorosi tanto che basta indossare un abito rosso per essere subito considerati desiderabili ed attraenti.
Giallo
Il giallo invece è il colore che a quanto pare risveglia più di tutti il nostro sistema nervoso e la nostra abilità di concentrazione. Ecco spiegato perché in genere i post-it vengono commercializzati con questa tinta.
Pensare al giallo, sostengono gli studiosi, in genere vuol dire richiamare alla mente l'idea del sole e dell'estate, con  tutto un corredo di sensazioni di risveglio e attenzione che gli ormoni e i neurotrasmettitori inviano al nostro cervello, influendo positivamente sul nostro modo di relazionarci a tutti gli oggetti di questo colore.
Verde
Si tratta di uno dei colori più discreti da guardare, meno aggressivi al nostro occhio e, similmente al rosa, ha un effetto calmante sulla nostra mente tanto da venir utilizzato per dipingere le pareti televisive in cui fare attendere e rilassare gli ospiti prima di entrare in scena.
Non solo. Per le stesse ragioni, è più piacevole  e rilassante lavorare quando si ha l'opportunità di allungare lo sguardo magari su un bel prato verde al di là della finestra dell'ufficio, mentre in relazione al cibo, pare che il consumatore sosti con maggior voglia in ambienti in cui il verde abbondi e che sia più portato ad acquistare.
Bianco e Nero
Anche il bianco è notoriamente un colore calmante. E' stato trovato ad esempio che pazienti con tremori alle mani vedano risolto il fastidio all'interno di stanze dipinte interamente col bianco. Ma a parte questo, il bianco è associato alla purezza e all'onestà e chi lo indossa pare che sia portato ad agire in modo più altruistico. Ecco perché i genere infermieri e personale ospedaliero indossano camici di questo colore.
Il nero invece sembra essere associato a comportamenti aggressivi e violenti, ad un senso di potere diffuso e quando viene utilizzato nello sport come colore della maglia di una squadra pare che la stessa sia portata a commettere più falli.
Viola e Grigio
Infine questi due colori secondo nuove indagini sembrerebbero agire inconsciamente sugli appetiti sessuali tanto che le stanze tinteggiate con colori viola a quanto pare sono quelle decisamente più infuocate mentre quelle in cui a predominare sono le nuances di grigio sono quelle in si batte un po' più la fiacca.






(Foto Nagarjun - Flickr)

3 commenti:

  1. Oh mamma, a me il viola sa di morto... non ce la potrei mai fare :D

    RispondiElimina
  2. sono veramente incuriosita dal blu che smorza l'appetito... mi vien voglia di provare ma la cucina blu mi sembra un po' opprimente... interessante il motivo della scelta del colore dei post-it, neppure quello è stato casuale, quei diavoli del marketing le sanno tutte!
    monica c.

    RispondiElimina
  3. Bene, il viola in camera da letto no grazie, si al verde effetto rilassante. L´ho visto in parecchi ospedali ultimamente

    RispondiElimina