mercoledì 30 maggio 2012

Cioccolato fondente: potrebbe davvero apportare benefici alla nostra salute

E' davvero possibile che il cioccolato possa far del bene alla nostra salute? Sarebbe un po' come dire che il gelato potrebbe farci vivere più a lungo!
Come può un alimento così delizioso essere un bene per il nostro organismo?
Le notizie sulle proprietà salutari del cioccolato le vediamo comparire di quando in quando su riviste e quotidiani specializzati e in genere si tratta di informazioni salutate sempre con un margine piuttosto rilevante di scetticismo. Senza contare che spesso, dietro a questi tanto decantati benefici, si celano interessi di natura economica e promozionale da parte delle varie aziende produttrici.

Eppure gli indizi sulla veridicità di fondo di tali apporti benefici si stanno accumulando a tal punto da cominciare a diventare una prova. Bisogna specificare però che si sta parlando del solo cioccolato fondente, quello nero, non la variante con latte.
Cosa c'è dunque di vero?
Sono stati effettuati degli studi su 30 soggetti sani osservati per sue settimane. Ogni giorno, ad ogni volontario veniva chiesto di assumere 40 grammi di cioccolato fondente (circa quattro quadratini), metà di mattina e metà al pomeriggio.
I livelli di stress di tali soggetti sono stati misurati prima, durante e dopo lo studio per cercare di capire l'eventuale influenza del cioccolato e si è rivelato che i livelli degli ormoni legati allo stress come il cortisolo, sono scesi notevolmente in tutti i soggetti anche in quelli particolarmente ansiosi.
Dunque, secondo questo studio, mangiare piccole quantità di cioccolato fondente con cadenza quotidiana può aiutare i soggetti che patiscono l'ansia e lo stress.
Ma per gli increduli esistono i risultati di altri due studi condotti da altri scienziati.
Secondo il primo di questi è stato dimostrato che su mille soggetti, coloro che avevano mangiato cioccolato fondente almeno un paio di volte a settimana sono stati trovati più magri di coloro i quali non ne avevano consumato affatto. Dunque, a quanto pare, il cioccolato fondente conterrebbe ingredienti che possono favorire la perdita di peso invece che l'accumulo di grasso.
Infine, il terzo ed ultimo studio è riuscito a dimostrare che l'assunzione di moderate quantità di cioccolato fondente possa aiutare a ridurre la glicemia e il colesterolo cattivo LDL e quindi il rischio di eventuali malattie cardiache.
Tutto ciò ovviamente funziona soltanto se non si approfitta di queste buone notizie per concedersi vere e proprie abbuffate di cioccolato. Quelle naturalmente sono da evitare, sempre!
Fonte: link


(Foto di Chocolate Reviews - Flickr)

5 commenti:

  1. stefi, se ti ricordi, puoi consentire i commenti anonimi? grazie. il fondente lo adoro.... ma a me l'hanno proibito per l'ansia. sembra dia problemi nel caso della ricaptazione della serotonina... comunque ieri mi sono mangiata mezza tavoletta di novi fondente alle nocciole

    RispondiElimina
  2. E' verissimo, il cioccolato fa bene e ti dirò che quando ero a dieta mangiavo tutti i giorni il cioccolato fondente con soddisfazione.... che goduria!
    Adesso invece mi devo limitare, sono in un periodo di stress esagerato così, niente fondente, niente caffè (solo dec) e quasi nulla coca cola... Ma così lo stess mi aumenta! :-(

    RispondiElimina
  3. @Monica: Che buono il Novi alle nocciole... io di cioccolata ne mangerei tantissima se solo non fosse che fossi deboluccia di appendice... il mal di fianco mi accompagna sempre. Per l'anonimo, tutto fatto!
    @Laura: ma certo che aumenta, troppe privazioni... mannaggia!

    RispondiElimina
  4. ottimo per i problemi cardiaci ma non sapevo che favorisse la riduzione di peso.Julie

    RispondiElimina
  5. A quanto pare serve anche per quello. Ma quante proprietà nascoste il caro cioccolato fondente...

    RispondiElimina