martedì 29 maggio 2012

Ansia: ecco qualche trucco per tenerla a bada

L'ansia è qualcosa che bene o male è capitato a tutti di sperimentare, magari prima di sostenere un esame, di presenziare ad un evento importante, per generica preoccupazione, quando si è chiamati ad affrontare una situazione delicata o magari poco prima del classico primo appuntamento.
Entro certi limiti, l'ansia può addirittura rivelarsi un ottimo alleato del soggetto perché causando un sensibile aumento di adrenalina, ci rende più attenti, predisponendoci in stato di allerta. Ma se questa situazione iniziale si spinge oltre e l'ansia comincia a diventare una figura costante nelle nostre vite, allora lì iniziano i problemi.

L'ansia cronica infatti è la causa primaria di alcuni fastidi e disturbi fisiologici ricorrenti. Nausea, insonnia, scarsa concentrazione, palpitazioni ne possono essere gli indicatori più significativi. Negli stadi più avanzati e preoccupanti però, l'ansia può portare anche a disturbi di natura depressiva e, in alcuni casi, ad una crescente agorafobia.
Quindi la prima cosa da ricordare in merito all'ansia è che bisogna imparare a tenerla a bada prima che la situazione ci sfugga completamente di mano, diventando fuori controllo. Come? Provando a gestire lo stress. Ecco qualche piccolo e semplice trucchetto.

- Scegliere cibi con basso indice glicemico
Il nostro cervello necessita di costante apporto glicemico per funzionare correttamente mentre le fluttuazioni di livelli nel zucchero nel sangue possono portare a sbalzi d'umore, ansia, in alcuni casi ad attacchi di panico. Il consiglio, quindi, è quello di prediligere alimenti a basso indice glicemico per mantenere ottimali i livelli nel sangue: pane integrale, fiocchi d'avena, riso, patate dolci, banane e fagioli.

- Aumentare l'assunzione di vitamina B
Un apporto di questa particolare vitamina è essenziale per un corretto funzionamento del nostro sistema nervoso perché coinvolta nel controllo del triptofano, un aminoacido che il nostro organismo utilizza per secernere serotonina, responsabile dell'umore.
Una dieta equilibrata contenente carne, pesce, uova, latticini, verdura a foglie verdi e noci potrebbe essere sufficiente per soddisfare il nostro bisogno di vitamina B.

- Bere molta acqua
Il cervello ha bisogno di acqua per funzionare adeguatamente e anche una lieve disidratazione può essere responsabile del mancato benessere mentale e quindi di irritabilità e irrequietezza. Gli esperti raccomandano un consumo di acqua tra 1,5 litri e 2,5 litri.

- Limitare il consumo di alcol
Uno studio recente pare suggerire che chi si trovi in situazioni di ansia e forte stress abbia la naturale propensione a ricorrere all'alcol per distendere i nervi.
Invece l'alcol non fa altro che diminuire i riduttori naturali di stress nel nostro organismo, senza considerare che, una volta esaurito l'effetto iniziale, spesso ci si ritrova in uno stato d'ansia persino più grave di quello in cui versavamo prima di cominciare a bere.

- Fare un bagno prima di coricarsi
Un bel bagno prima di dormire aiuta a rilassare i nervi e a rilasciare la tensione accumulata durante la giornata. Ottima l'idea di aggiungere degli oli essenziali rilassanti come la lavanda e la camomilla.

- Camminare di più
Camminare è un ottimo modo per migliorare il nostro benessere psicofisico. Cerchiamo di ritagliarci quanti più momenti è possibile durante la nostra giornata.

- Vivere il momento
Evitare di pensare e preoccuparsi per il passato e per il futuro. Meglio concentrarsi sul qui e ora perché la consapevolezza del momento che si sta vivendo riduce i livelli di stress e mette a bada l'ansia.

- Rallentare
Siamo abituati a vivere le nostre giornate con un continuo stato d'urgenza, correndo a destra e a sinistra, dividendoci tra famiglia, lavoro e imprevisti. Approfittiamo dunque dei momenti di attesa o di ritardo, quelli ad attendere un bus ad esempio, o in cosa nel traffico, per rilassare la mente, per spegnere quella urgenza e quella fastidiosa sensazione di non arrivare per tempo per qualcosa.
Invece di porre l'accento sul ritardo, approfittiamone per pensare ad altro o per leggere.

- Respirare profondamente
Il nostro respiro tende a diventare corto e spezzato quando siamo ansiosi. Respirando profondamente invece possiamo aiutare il nostro organismo a rilasciare la tensione e a ridurre la frequenza cardiaca.
Fonte: link



(Foto di Alfyb 12 - Flickr)

4 commenti:

  1. tra i consigli dietetici aggiungerei eliminare cioccolato e caffè

    RispondiElimina
  2. Per il caffè concordo, per il cioccolato, pensa, ho appena scritto un articolo in cui se ne celebrano le proprietà però del solo cioccolato fondente! Magari quello al latte invece è proprio da evitare per lo stress!

    RispondiElimina
  3. wow, io sono a tratti ansioso ma faccio esattamente tutto il contrario di quello che dovrei...bene, ora capisco molte cose, grazie per l'articolo :)

    RispondiElimina
  4. Figurati! ;) Comunque anche io non sono da meno... seguo davvero poco queste linee guida antiansia!|

    RispondiElimina