giovedì 19 aprile 2012

Occhi: mantenerli in salute con gli alimenti giusti

Che esistesse un legame tra il consumo di determinati alimenti e la salute dei nostri occhi era chiaro già da tempo ma, mentre non è stata effettivamente dimostrata la correlazione tra il mangiare carote e il miglioramento della visibilità notturna, gli scienziati stanno attualmente concentrando i loro studi sui verosimili benefici di minerali e vitamine soprattutto nella prevenzione delle malattie oculari come la degenerazione maculare senile e la cataratta.
Una delle più comuni cause di cecità nei paesi in via di sviluppo infatti è proprio la carenza di vitamina A contenuta principalmente nella carne e nella verdura fresca.

La salute dell'occhio d'altra parte è minata da più fattori di rischio quali ad esempio il sesso del soggetto - le donne sono maggiormente a rischio - l'età - in questo caso i più soggetti a contrarre malattie oculari sono gli anziani - se si fuma o meno, il peso corporeo, il regime alimentare. 
In particolare poi i problemi di salute iniziano a causa del duro lavoro cui è sottoposta la macula - il centro dell'occhio - che pur di permettere al soggetto una visione nitida di colori e dettagli - si sottopone a duri sforzi che portano alla produzione di radicali liberi che danneggiano le cellule. 
Una corretta alimentazione e la scelta di cibi ad hoc con funzione antiossidante potrebbe dunque avere un ruolo fondamentale nella protezione delle nostre cellule oculari dall'attacco di tali tossine. Viceversa, se la nostra dieta è carente dei giusti alimenti, la retina è destinata a patire danni permanenti.
Quali sono dunque i cibi che non possiamo far mancare nelle nostre tavole?
Gli esperti suggeriscono che un corretto apporto nel nostro organismo di vitamine A, C, E e zinco  può mantenere l'occhio in salute mentre un consumo di carotenoidi e luteina, sostanze che si trovano nelle alghe e nelle piante potrebbero offrire una protezione ancora più incisiva contro quelle che malattie che provocano la perdita della vista. Dunque benvenuti nelle nostre diete ad ogni pianta o vegetale di colore giallo o arancione che li contiene di certo. Perfetti allo scopo anche cavoli e spinaci.
Ma un'alimentazione di sole verdure di per sé non sarebbe corretta in quanto la luteina necessita di grassi per essere assorbita: quindi posto anche a un po' di burro.
Altri alimenti fondamentali si sono rivelati anche i pomodori freschi, le angurie e le salse di pomodoro, tutti alimenti contenenti il pigmento rosso chiamato licopene.
Ma anche gli Omega-3 e gli Omega-6 sono essenziali per la salute dell'occhio, in special modo per la corretta lubrificazione della superficie oculare. Via libera perciò al consumo di noci, legumi e pesce azzurro.
Per un corretto consumo di tali alimenti inoltre gli esperti avvertono di non rimuovere grossi strati di buccia da carote e tuberi in quanto le sostanze nutritive sono presenti giusto appena sotto il primo strato sottile. Basta dunque graffiare leggermente per rimuovere la buccia in eccesso, mentre per le patate è sempre consigliabile lessare addirittura con tutta la buccia in modo che rilasci tutte le vitamine nell'acqua di cottura.
Per ultimo, per garantire la salute ai nostri occhi e per una corretta ed efficace prevenzione, ricordare di sottoporsi a visite e controlli periodici. 

(Foto di Comprock - Flickr)
(Foto di In search for a new country for residence - Flickr)

1 commento:

  1. Io lesso le patate con la buccia... evviva, ne faccio una giusta! Si ma è un caso ;-)

    RispondiElimina